Cerca nel blog

domenica 20 marzo 2011

Stalking, anziana denunciata dal proprio condominio

Petardi sui pianerottoli e secchiate d’acqua sugli inquilini. I vicini insorgono: «Non ne possiamo più»

CONEGLIANO — Potrebbe trattarsi del primo caso di stalking condominiale. I legali di alcuni inquilini di un palazzo di via Sauro a Conegliano ipotizzano infatti proprio il reato di atti persecutori, solitamente legato a passioni amorose non corrisposte, per le incessanti molestie che verrebbero perpetrate da una cinquantenne ai danni del vicinato. Il caso è stato denunciato sia alle forze dell’ordine che all’amministrazione comunale, dal momento che si tratta di uno stabile di proprietà pubblica. Due le querele già sporte da altrettanti condòmini. Ma molte di più sono le lamentele presentate al sindaco Alberto Maniero e a diversi altri amministratori. Le vessazioni più clamorose, secondo quanto riportato nella denuncia, si riferiscono all’accensione di raudi davanti all’uscio di una famiglia per impedirle di uscire di casa ed al lancio di secchiate d’acqua contro qualche altro residente.

Ad ogni modo è un po’ tutta la lista dei comportamenti contestati alla donna a dipingere uno scenario da thriller: «Quotidianamente, anche nelle ore di riposo, questa signora suona con insistenza il proprio campanello e quello degli altri, urlando sulle scale offese di ogni genere. Sempre quotidianamente colpisce le inferriate poste sulla sua terrazza. Dallo stesso terrazzo spesso getta rifiuti ed anche sassi, andando a colpire le auto sottostanti. In un’occasione è stata vista scagliare con estrema violenza un portaombrelli contro la porta di un appartamento ed impugnarlo minacciando di colpire gli intervenuti. Un’altra volta è stata vista spargere terra e detriti sul pianerottolo condominiale, nonché lanciare uova contro il muro delle scale, salvo poi accusare falsamente altri di averle insudiciate».

Non è finita, stando sempre al dettagliato racconto degli abitanti, esasperati da una quotidianità diventata fonte di continua tensione: «Questa donna è stata vista tagliare illegittimamente alcuni alberi lungo l’argine del Monticano, pos t i presumibilmente su un’area demaniale, circostanza già denunciata al Comune. Inoltre nel corso di un’aggressione l’inquilina ha gettato della terra in faccia ad una condòmina. E sempre lei rincorre, con la bicicletta o con l’auto, i bambini che giocano nell’area condominiale, premendo sull’acceleratore per spaventarli». Una situazione insostenibile, soprattutto per gli abitanti più anziani, che lamentano al riguardo uno stato d’ansia e paura «determinato dal quotidiano comportamento molesto ed aggressivo della donna», come sottolineano gli avvocati, nell’ipotizzare una causa per stalking a suo carico. In attesa di eventuali sviluppi giudiziaria l’appello è al Comune: «Faccia qualcosa».

[Fonte corriere.it]

Nessun commento:

Posta un commento