Cerca nel blog

domenica 24 aprile 2011

Donna di Forlì subiva violenze dalla compagna. Botte, spintoni e minacce.

Le protagoniste della storia sono due donne: una 27enne romena, l’aggressore, ed una 28enne forlivese, la vittima della violenta gelosia.

La loro storia d’amore era nata verso la fine del 2008.

Le donne, entarmbe fidanzate, si erano conosciute nel bar in cui lavorava la straniera.
Presa confidenza, la ragazza rumena raccontò la sua penosa situazione famigliare, essendo accompagnata ad un marito violento.

Col tempo la donna l’italiana decise di invitare l’amica a trasferirsi nella sua abitazione, in cui viveva insieme al fidanzato.

In poco tempo scoprirono una certa passione l’una per l’altra, perciò presto liquidarono il ragazzo e si trasferirono in una nuova zona in zona cominciando una nuova vita insieme.

Una volta trasferitesi, la romena cambia un poco alla volta atteggiamento: la gelosia la massacra e comincia a privare della libertà la sua compagna. La forlivese non può più uscire da sola, la romena l’accompagna ovunque va, persino all’università.


Dalla violenza psicologica si passa a quella fisica. Botte, spintoni e minacce. La romena sosteneva di aver fatto corsi militari in patria e promettendo maggiori dolori alla compagna ne otteneva il silenzio.

Omertà e amore ma non per sempre. All’ultima aggressione la forlivese ha deciso di dire basta.

Dicendo di andare dal medico ha invece deciso di recarsi in Commissariato per sporgere denuncia. Gli agenti l’hanno condotta al pronto soccorso dove i medici, preoccupati per il suo stato fisico, l’hanno dimessa con 8 giorni di prognosi.

Immediata la denuncia e l’assegnazione dell’inchiesta al Pm Marco Forte. A breve l’ordinanza del gip Rita Chierici di vietare alla colpevole la frequentazione dei luoghi della ex fidanzata.

Fonte: www.notiziegay.it

Nessun commento:

Posta un commento